corsi preparto, corsi dopoparto, corsi educazione alimentare, portare in fascia, pannolini lavabili, ginnastica in gravidanza, corsi per i genitori, corsi di lingue per bambini, massaggio neonatale, corsi per i nonni, corsi per le donne, musica per genitori e bimbi, ...

Contatto continuo

Sempre più donne stanno sperimentando quanto può essere comodo passeggiare o sbrigare commissioni, muoversi in un negozio o per le vie della città con le mani libere e il proprio bambino, ben custodito e tranquillo, a contatto con il proprio corpo. Una consuetudine che è facile immaginare quanto possa risultare gradita ai più piccini dato che, dopo nove mesi trascorsi nel caldo rifugio del grembo materno, c'è un solo luogo al mondo dove un bimbo si sente davvero sicuro: a contatto con la propria mamma. Marsupi e fasce offrono un modo diverso di trasportare i propri piccini, ma anche di accudirli. Il portare non equivale solo a "trasportare", ma rappresenta una scelta di contatto e vicinanza continua.

Stare tra le braccia della mamma (o del papà, o della persona che si prende cura di lui) è per il bambino una necessità.

Offrire al neonato, subito dopo la nascita, un ambiente quanto più vicino a quello uterino e soddisfare il suo bisogno di contatto sono fattori essenziali per una crescita sana sia dal punto di vista psicologico ed emotivo, sia dal punto di vista fisiologico.

Il bambino "portato" diventerà un bambino sicuro di sé, pronto, al momento giusto, ad esplorare il mondo. Inoltre nella fascia è più tranquillo, piange meno, partecipa alla vita familiare, ricevendo tutti gli stimoli di cui ha bisogno per sviluppare i suoi sensi. E' attivo: cerca spontaneamente l'equilibrio, esercitando tutti i suoi muscoli. Quando è sveglio ascolta ed interagisce con il mondo esterno, si addormenta quando è stanco, mangia quando ha fame. Per di più non ha bisogno di piangere e di urlare per attirare l'attenzione della mamma, infatti il contatto continuo permette alla mamma di essere più attenta ai bisogni del suo bambino e a rispondere tempestivamente.

Il supporto (fascia, stoffa, marsupio) rappresenta una sorta di "utero di transizione" in cui il bimbo, così come nel grembo materno, continua ad essere cullato grazie al movimento di chi lo porta.

Quel contatto che è tanto piacevole e importante per il bebè, garantisce anche alla mamma molte sensazioni positive, si tratta di una situazione molto appagante.

Per quanto riguarda poi i vantaggi pratici, portando il bebè il genitore gode di una totale libertà di movimento, può stare insieme al figlio e rispondere con immediatezza ai suoi bisogni e contemporaneamente dedicarsi ad altre faccende. In più quando si è fuori casa la fascia è molto pratica per allattare con discrezione.

In evidenza

 

 

Newsletter

Iscriviti alla newletter per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità e sui nuovi corsi.